Le controindicazioni del Pilates: le 3 cose che devi sapere

Il Pilates è una tecnica di allenamento che serve a migliorare l’elasticità del corpo femminile. Coloro che sono costretti ad una vita sedentaria dovrebbero prendere in seria considerazione l’ipotesi di affidarsi ad un metodo di questo genere. 

Tuttavia, anche un sistema così ricco di punti di forza nasconde qualche piccolo lato oscuro. Scopri insieme a noi quali sono le controindicazioni del Pilates in determinate occasioni, con le 3 cose da sapere per rendere la tua esperienza sempre più soddisfacente.

Pilates controindicazioni: quali sono?

Quali sono nel Pilates le controindicazioni? In linea di massima, una serie di esercizi di questo tipo non nasconde particolari effetti negativi. Tutto dipende dall’attività fisica che intendi portare avanti e dall’obiettivo finale che ti sei posta. Se soffri di contratture, dolori e fastidi di vario genere, dovresti stare molto più attenta mentre intraprendi determinate sessioni di training.

Prima di iniziare a sottoporti a diverse sedute di Pilates, dovresti prendere qualche piccolo accorgimento. Chiedi consiglio al tuo medico curante al fine di ottenere il certificato di idoneità all’attività fisica. In secondo luogo, dopo averlo ottenuto, rivolgiti ad un istruttore di Pilates esterno, che sappia proporti gli esercizi adatti alla tua condizione fisica. Tali prerogative risultano ancora più importanti se devi valutare le controindicazioni del Pilates in gravidanza e in caso di cervicale o mal di schiena. Se stai pensando di allenarti tra le mura domestiche, leggi di più sul Pilates a casa.

Le controindicazioni in gravidanza

Quali sono i benefici e controindicazioni del Pilates se sei in uno stato interessante? Di sicuro, in caso di gravidanza, i lati positivi di questo insieme di benefici vengono rafforzati. Si tratta, infatti, di uno sport che ti aiuta nell’assunzione di una postura corretta, oltre a garantire un ottimo grado di benessere sia per il collo che per le spalle. A tutto ciò, puoi aggiungere i miglioramenti che possono coinvolgere il tuo sistema cardiovascolare e respiratorio, con la chance di tonificare i muscoli pelvici.

Non esagerare con gli sforzi in gravidanza

Come puoi ben notare, i punti di forza del Pilates in gravidanza sono davvero molteplici e tutti da tenere in massima considerazione. Al tempo stesso, non puoi fare a meno di prestare attenzione ad eventuali movimenti poco consigliabili. Se il tuo fisico è integro, puoi restare sostanzialmente tranquilla per la totale mancanza di effetti collaterali automatici. Nonostante l’evoluzione del tuo corpo durante il periodo gestazionale, non hai particolari motivi per preoccuparti.

Ad ogni modo, non dovresti in alcun modo esagerare con gli sforzi. Tieni l’intensità degli allenamenti sempre sotto controllo. Agisci con tutta la dovuta precauzione soprattutto durante il primo trimestre. La tua cautela deve aumentare se sei nella fase iniziale dell’allenamento con il Pilates e hai la necessità di affinare la tecnica. In linea di massima, per te sarebbe meglio intraprendere tale percorso a partire dal quarto mese di gravidanza. Inoltre, affidati ad un personale qualificato ed esperto, dalla consolidata formazione medica e dalla specializzazione nel pilates in gravidanza.

Arco di Rilassamento per la Schiena - Grande Confort, Migliora la Flessibilità
  • Una schiena flessibile e indolore!
  • Allevia mal di schiena / Consigliato per tutte le persone che soffrono di mal di schiena, spasmi muscolari o la mancanza di flessibilità. Può anche aiutare a correggere la cattiva postura indietro.
  • Massaggiare effetto / La forma ad arco e la sua imbottitura densità ideale avere un effetto massaggiatore sui muscoli della schiena. Si rendono conto di un vero e proprio massaggio, per ridurre le contratture.
  • Rilassa la colonna vertebrale / Lie semplicemente questo arco di pochi minuti: le vertebre sono sollevato da ogni pressione, la colonna si allunga lentamente e rilassare i muscoli della schiena.
  • Un modo semplice ed efficace per mantenere la forma morbida posteriore e indolore. Materiale: legno e ecopelle - Dimensioni: 43 x 25 x 9 cm

Le controindicazioni per cervicale e mal di schiena

Diverso è il discorso se devi conoscere del Pilates con la cervicale le controindicazioni. Quando hai a che fare con dolori di questo genere, devi saper attuare gli esercizi giusti. Hai la chance di rendere i muscoli del collo e delle spalle molto più rilassati e tonici nel giro di poco tempo, in modo da prevenire eventuali fastidi. Anche in tal caso, qualche piccolo accorgimento prima di avventurarsi va intrapreso con il massimo della cura. È altamente consigliabile, infatti, che tu abbini il Pilates ad una corretta alimentazione. Se inizi ad abbuffarti con il cosiddetto cibo spazzatura, ogni allenamento potrebbe essere inutile. Ovviamente, anche stavolta, agisci con cautela e non forzare le posizioni in maniera eccessiva.

Al tempo stesso, devi valutare anche le controindicazioni del pilates con il mal di schiena. Certo, ricordati che le sessioni di allenamento tramite questa disciplina garantiscono numerosi effetti positivi anche se hai seri problemi posturali.

Tuttavia, se sei alle prese con una situazione molto preoccupante per la tua schiena, prima di iniziare sei tenuta a chiedere consiglio al medico. Inoltre, dovresti evitare determinati esercizi di Pilates, come ad esempio i sit-up degli addominali. Questi ultimi provocano un carico non indifferente sulla schiena, che potrebbe essere danneggiata da un simile movimento. Infine, se eccedi con i piegamenti in avanti in piedi o da sdraiata, puoi rischiare alla lunga di ottenere effetti opposti rispetto a quelli desiderati.

PUNTEGGIO SMARTWORKOUT

  • Benefici
  • Impegno
  • Passione
4.5

Summary

Quali sono nel Pilates le controindicazioni? Tutto dipende dall’attività fisica che intendi portare avanti e dall’obiettivo finale che ti sei posta. Se soffri di contratture, dolori e fastidi di vario genere, dovresti stare molto più attenta mentre intraprendi determinate sessioni di training.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.