Pilates e mal di schiena

Pilates mal di schiena

Il Pilates è sempre più conosciuto come una pratica sportiva dolce finalizzata a migliorare la postura agendo su tutte quelle cause di rigidità e tensione che possono provocare mal di schiena più o meno fastidiosi. Infatti, il Pilates, contribuisce ad agire sul dolore, intervenendo sulla zona lombare e se associato a uno stile di vita sano, può nel lungo termine migliorare la qualità della nostra vita.

Pilates e Mal di schiena: cosa fare?

Il mal di schiena è una patologia molto frequente che colpisce senza distinzioni di età e di sesso essendo varie e diversificate le sue cause. Non è difficile notare, anche nella nostra esperienza tra parenti e amici, che tutti almeno una volta nella vita hanno lamentato il dolore alla schiena.

Un dolore che può essere legato a problematiche della struttura della colonna vertebrale o ad artrosi o ancora  a perdita di cartilagine. Frequentemente il mal di schiena è anche causato da tensioni muscolari e anche da problemi agli organi interni. Il mal di schiena può migliorare con il pilates. Quando si soffre di lombalgia acuta o cronica, il pilates può essere efficace essendo una ginnastica lenta finalizzata al potenziamento muscolare e alla stabilità della colonna vertebrale. Leggi di più sulle controindicazioni del pilates.

Come ridurre il dolore con esercizi di Pilates

Con esercizi specifici, la zona della schiena interessata dal dolore riceve un grande beneficio. Ridurre il dolore con esercizi di pilates, significa liberarsi da tensioni provocate da errate posture e vita sedentaria, allungare i muscoli ma anche contribuire a prevenire un eventuale ripetersi periodico del dolore. Il mal di schiena cronico infatti, si caratterizza per le ricadute frequenti: anni e anni di sofferenza che il più delle volte vengono trattati con dosi massicce di farmaci, senza ottenere significativi risultati.

Una volta accertato con tutti gli esami diagnostici che il mal di schiena non è dovuto a patologie e condizioni mediche ma causato da cattiva postura e abitudini che riducono la qualità della vita (sedentarietà, movimenti sbagliati), allora ci sono ampi margini di spazio per lavorare con il pilates.

Quali esercizi svolgere

Per avere dei benefici e ridurre il dolore alla schiena, si devono eseguire esercizi specifici di questa ginnastica. Vediamo assieme quali:

Il ponte a terra: è l’esercizio classico di pilates che permette di lavorare su ampie fasce muscolari, dalle gambe all’addome e dunque alla schiena. Si comincia proprio sdraiandosi sulla schiena, con le ginocchia piegate e i piedi posizionati leggermente al di fuori dei glutei. Le braccia vanno allungate sul pavimento con i palmi rivolti verso il basso. A questo punto contraendo i glutei si sollevano i fianchi,  mantenendo questa posizione per almeno 15 secondi e poi inspirando si porta il bacino a terra. Si ripetono almeno due o tre serie da dieci ripetizioni.

Il nuotatore: ecco un’altra posizione di base del Pilates, quella che non può mai mancare in qualsiasi seduta specifica per il mal di schiena, perchè è finalizzata proprio ad allungare la colonna vertebrale e rinforzare i muscoli lombari. Sdraiati a pancia in giù con i piedi e le gambe unite, si sollevano braccia  e gambe e si eseguono piccoli movimenti proprio come se si stesse nuotando. Cercate di rilassarti immaginando di essere in acqua: il pilates è un esercizio che fa bene al corpo ma anche alla mente!

 

Esercizi di allungamento: quest’esercizio aiuta a rilassare tutta la zona lombare sofferente. Mettiti a quattro zampe, poi abbassate il bacino come se voleste sedervi sui talloni. Allunga le braccia in avanti e volgete lo sguardo a terra respirando profondamente. Infine, alza lentamente il busto fino a portarvi in posizione eretta mantenendo sempre l’allungamento.

Pilates e mal di schiena - allungamento

Se stai pensando di esercitarti tra le mura domestiche questo articolo ti sarà di grande spunto.

Hai mal di schiena dopo il Pilates? Ecco cosa fare

Paradossalmente dopo una seduta di pilates quel dolore alla schiena non ha avuto sollievo, anzi sembra esser diventato più acuto? Durante gli esercizi il carico alla schiena è sicuramente notevole, ma ripetendo con continuità i muscoli si rafforzeranno e tutto ciò garantirà la stabilità.

Se il dolore è acuto, il giorno successivo riposate e magari concedetevi una camminata a passo spedito per almeno  tre intervalli di quindici minuti ogni giorno. Migliorare la resistenza, la flessibilità e l’ elasticità dei muscoli con il pilates sono effetti che si ottengono con il tempo, per questo nelle fasi iniziali la schiena potrà apparirvi ancor più sofferente.

video

Volete allenarvi a casa? Guarda le videolezioni di Filippo Ravaglia, direttore del  Centro Equilibrio,  formatore di insegnanti di Pilates  certificato presso la BALANCED BODY UNIVERSITY®.  Gli esercizi vanno eseguiti preferibilmente almeno  3 volte a settimana  indossando un abbigliamento comodo.

PUNTEGGIO SMARTWORKOUT

  • Benefici
  • Impegno
  • Passione
4.3

Summary

Ridurre il dolore con esercizi di pilates, significa liberarsi da tensioni provocate da errate posture e vita sedentaria, allungare i muscoli ma anche contribuire a prevenire un eventuale ripetersi periodico del dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.